Ultimi argomenti
» AUGURI di FINE ANNO
Mer Dic 23 2015, 01:32 Da donato

» Una pescata sul fiume Sele con Roberto
Gio Set 19 2013, 20:08 Da donato

» mi ripresento
Sab Mar 02 2013, 10:21 Da donato

» DICONO DI ME!!!
Ven Mar 01 2013, 15:40 Da donato

» mi presento!!!
Mer Nov 21 2012, 10:31 Da donato

» Nuovo iscritto
Ven Feb 24 2012, 16:39 Da donato

» Salve a tutti
Dom Feb 12 2012, 09:34 Da donato

» ok sono nuovo
Lun Gen 30 2012, 08:02 Da ros

» Salve a tutti
Gio Ott 20 2011, 12:13 Da donato

» MAYFLY
Gio Apr 21 2011, 21:18 Da NunzioF

» LA TROTA
Lun Gen 31 2011, 09:36 Da donato

» Alcuni lanci del nostro "Amico",istruttore.
Lun Gen 24 2011, 07:32 Da donato

»  schiusa di effimere
Lun Gen 17 2011, 22:18 Da donato

» Lancio Froller
Lun Gen 17 2011, 16:36 Da donato

» Salve
Lun Gen 17 2011, 16:03 Da donato


IL LANCIO RADENTE

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

IL LANCIO RADENTE

Messaggio  Ospite il Gio Giu 10 2010, 14:04

Il radente è un lancio che serve a far entrare la mosca sotto la
vegetazione bassa sull'acqua, e per poterlo eseguire correttamente la
coda di topo va fatta viaggiare parallelamente ed a pochi centimetri da
questa. Il 'difficile' sta proprio nel soddisfare questa priorità, e a
lancio avvenuto, è come se qualcuno tirasse dall'altro capo la coda di
topo.



ESECUZIONE:

Si parte con la canna abbastanza alta alle nostre
spalle e perfettamente perpendicolare senza quindi nessuna inclinazione.
Si scenderà verso il basso avendo cura di portare in avanti il pedone
della canna e quindi il mulinello e tenere il vettino leggermente
indietro rispetto a quest'ultimo. Il motivo di tale operazione è quello
di caricare il pedone della canna piuttosto che altre parti della
stessa. Andando avanti così sempre con il pedone avanzato e aumentando
progressivamente la velocità, si scenderà in basso fino a distendere il
braccio parallelamente al fianco del corpo o poco in avanti. Quando si è
arrivati quasi alla distensione completa del braccio senza ruotare il
polso, e questa è una operazione di estrema importanza, si imprimerà
l'ultimo scatto espresso in uno spazio minimo e si scaricherà la canna.
Il vettino fungerà da mirino e servirà ad indirizzare la coda di topo la
quale viaggerà parallela alla superficie dell'acqua molto velocemente.


Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: IL LANCIO RADENTE

Messaggio  donato il Gio Giu 10 2010, 15:06

Ciao Aldo,
Il lancio radente, sconosciuto a molti, perchè vieni poco praticato anche da chi lancia da molto tempo, anche perchè siamo ad inizio stagione, le rive non sono ancora folte di vegetazione. Per chi non lo sa, lo stazionamento delle belle trote, è proprio al fresco, riparato dal sole.
Effettuare un buon "Radente" è più difficile dell'angolato , bisogna essere molto rapidi nell'effettuarlo, perchè al minimo sbaglio la coda sbatte subito sull'acqua. Praticamente bisogna fare pratica durante le ore di scarsa attività, quando si pesca solo l'acqua, e la pratica si fa solo sull'acqua per un buon risultato.

Dove e quando viene praticato? - Si fa quando non c’è schiusa, pescando in caccia, avendo di fronte la riva orizzontalmente, la vegetazione quasi a toccare l’acqua. Questo lancio serve a infilare la mosca sotto la vegetazione. Il posto di pesca sono acque molto increspate e veloci con un basso fondale. Già aver detto molto increspate, si induisce che stiamo parlando del fondo che è ciottoloso, quindi occhio agli insetti che sono sul fondo, per una buona cattura.

Un mio aiuto…ciao
avatar
donato
Spinner
Spinner

Bilancia Messaggi : 513
Compleanno : 12.10.48
Data d'iscrizione : 05.04.10
Età : 69
Località : 84016 - Pagani -SA

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum